Software virtualizzazione: i migliori gratis e a pagamento

Tabella dei contenuti

Grazie ai software di virtualizzazione si può avere un ambiente dedicato (VM), basata su un server fisico, così da beneficiare dei vantaggi di questa tecnologia.

Ma quali sono i software più adatti per ogni sistema operativo? Quelli consigliati per Mac e Windows? Quali caratteristiche hanno e quanto costano? In questo articolo andremo a rispondere a tutte queste domande, elencando i principali software di virtualizzazione e suggerendo come scegliere i migliori in base alle proprie esigenze.

Sai già cos’è la virtualizzazione? Approfondisci l’argomento, leggi il nostro articolo: Virtualizzazione server: cos’è, tipi di virtualizzazione e vantaggi

Principali software di virtualizzazione: caratteristiche e differenze

Di software per virtual machine ne esistono diversi. Ognuno ha le proprie caratteristiche e la scelta – come vedremo – può variare non solo in base alle funzionalità, ma anche rispetto ai costi. 

Cosa hanno, dunque, in comune i programmi di virtualizzazione? Per esempio, la possibilità di installare più server virtuali su un unico server fisico (se si ha sufficiente memoria RAM a disposizione) o di utilizzare un sistema operativo diverso da quello presente sulla macchina, sfruttando al meglio tutte le risorse a disposizione. 

Inoltre, questi programmi effettuano backup regolari, sono facili da gestire da remoto e sono sicuri, senza il rischio di compromettere il sistema operativo nativo.

Come scegliere i software per la virtualizzazione? Ecco una selezione tra i migliori. 

Oracle VM Virtual Box

Oracle VM Virtual Box è un software per macchine virtuali free, ovvero ad accesso gratuito.

È compatibile con Windows, Mac (con alcune restrizioni), Linux e Solaris e supporta anche hardware datati. La facilità di utilizzo – con possibilità di trascinamento e ridimensionamento delle finestre – lo rende un ottimo programma per macchine virtuali Windows e non solo. 

È un software versatile, consigliato anche per un uso domestico, anche se l’interfaccia grafica andrebbe decisamente migliorata.

VMware Workstation Pro

Dedicato soprattutto a professionisti e aziende, VMware Workstation Pro si presta all’esecuzione di sistemi operativi virtuali su macchine Linux e Windows e con sistemi operativi compatibili con Intel.

L’interfaccia grafica è pulita, di facile utilizzo ed estendibile al cloud grazie alla piattaforma VMware vSphere. Inoltre, è intuitivo, ricco di funzionalità e si può personalizzare. 

Il software si paga. L’abbonamento, in realtà, non è costoso (soprattutto per ciò che offre) e prima dell’acquisto si può anche testare per 30 giorni.  

Microsoft Hyper-V

Microsoft Hyper-V è un prodotto di virtualizzazione hardware targato Microsoft.

È un software performante, già presente nelle versioni professionali di Windows 10 e Windows 8, ma non nella versione Home. Chi utilizza questo sistema operativo può trarre vantaggio dall’integrazione server-pc perché il software è pensato soprattutto per questo scopo.

Sistemi diversi (come Linux, FreeBSD) sono supportati, ma con alcuni limiti a livello di prestazione e funzionalità. Non supporta, invece, macOS come sistema ospite.

Parallels Desktop

Parallels Desktop è il miglior software di virtualizzazione per macOS.

L’interfaccia grafica è curata e intuitiva mentre il programma è ricco di funzionalità e molto versatile. Per chi è stato pensato? Per l’uso domestico, scolastico, ma soprattutto per aziende e professionisti. 

Parallels Desktop consente di aggiungere al Mac diversi sistemi operativi tra cui Windows e Linux. Ovviamente si paga, ma il prezzo è accessibile e consente di effettuare una prova gratuita prima dell’acquisto.

QEMU

QEMU è un software di virtualizzazione open source che si può scaricare gratuitamente. 

Consente di virtualizzare l‘hardware x86 ed emulare velocemente le architetture di processori, ma 

il supporto per le schede grafiche è limitato e non consente l’uso di applicazioni multimediali. 

Si può utilizzare con hypervisor come VirtualBox, KVM e Xen ma è molto più complesso rispetto alle altre soluzioni

Quali sono i costi dei software virtualizzazione?

A parità di prestazioni, a incidere sulla scelta del software migliore per macchine virtuali è anche il costo dei programmi. 

Come abbiamo visto, alcuni software di virtualizzazione sono completamente gratuiti. Queste soluzioni, però, spesso sono limitate. I software a pagamento, invece, rilasciano delle licenze di utilizzo a fronte di un abbonamento, mensile o annuale. Alcuni brand propongono anche l’acquisto di licenze a vita, ma in questo caso bisogna mettere in preventivo anche i costi per l’aggiornamento del software.

Infine, manutenzione e installazione vanno considerate come un costo a parte che può variare in base alle tariffe proposte dallo specialista di settore a cui ci si affida. Sul prezzo, in questo caso, influiscono esigenze e flusso di lavoro anche se il professionista può proporre anche pacchetti annuali con la formula “tutto compreso”. 

Affidandosi ad un esperto si possono scongiurare problemi, come per esempio l’instabilità provocata da un’installazione su un hardware inadeguato o il ripristino di dati a seguito del cosiddetto disaster recovery. Inoltre, si può contare sempre su una presenza costante e preparata per risolvere eventuali imprevisti in tempi brevissimi.

Come scegliere la soluzione migliore?

Se vuoi virtualizzare i sistemi operativi considera che nella tua scelta devi valutare: 

  • caratteristiche di prodotto;
  • compatibilità;
  • prestazioni; 
  • costi;
  • eventuale gestione e manutenzione.

Nell’indecisione puoi rivolgerti a dei professionisti. In MZeroNetwork installiamo software di virtualizzazione, ci occupiamo di aggiornamenti e manutenzione, offrendo un servizio dedicato di gestione e supporto.

Possiamo aiutarti a valutare la soluzione migliore per il tuo business: prenota ora la tua call di consulenza e spiegaci le tue esigenze!

Votati 4.6 su 5, con 17+ recensioni
Abbonamenti di gestione server per un business zero-pensieri!
  • Supporto illimitato

  • Prezzi fissi

  • Monitoring H24

Gli ultimi dal BLOG

Come migrare da VMWare esxi a proxmox

Come migrare VM da VMWare ESXi a Proxmox VE

Con il continuo sviluppo della tecnologia di virtualizzazione, sempre più persone necessitano di migrare le proprie macchine virtuali VMware ESXi esistenti, sulla piattaforma di virtualizzazione

Scopri gli abbonamenti zero-pensieri!
Un servizio di gestione della tua infrastruttura all-in-one, con costi trasparenti e professionalità al servizio del tuo business
Scopri gli abbonamenti zero-pensieri!
Un servizio di gestione della tua infrastruttura all-in-one, con costi trasparenti e professionalità al servizio del tuo business